martedì 28 settembre 2010

Percezioni dell'io

"Una donna molto bella
che guarda la sua immagine allo specchio
può credere facilmente di essere ciò che vede.
Una donna brutta
sa di non essere questo".

Simone Weil - tratto da Quaderni

4 commenti:

Gabe ha detto...

una donna brutta si guarda poco allo specchio e punta a valorizzare altre sue potenzialità.ciao Sonia

Sonia Ognibene ha detto...

Questo è il motivo per cui una donna molto bella poche volte è colta e ha un'anima bella, lascia che la bellezza fagociti tutto il resto.

Occhi di Notte ha detto...

Devo dire che non mi piace molto semplificare la realtà in "donna bella" e "donna brutta" perchè sicuramente, secondo me, la bellezza è soggettiva. Sia pensata che vissuta.
COmunque ambo le due categorie sono molto di più di questo.

Sonia Ognibene ha detto...

Carolina, non credo affatto che la bellezza sia soggettiva: il bello è bello, anche se non può piacere.
Raoul Bova, ad esempio, è molto bello (ed è uno dei pochi anche intelligente con un'anima bella) ma NON MI PIACE, anche se non posso negare la sua evidente bellezza se lo paragono al gobbo di Notre Dame (tanto per fare un esempio stupido). Il gobbo avrà pure un'anima bella e io di lui potrei anche innamorarmi, ma resta il fatto che è oggettivamente non bello.
E' chiaro poi che ognuno di noi è unico e molto più di una bella e brutta faccia.
La complessità ci rende speciali, ma in linea generale una donna MOLTO BELLA (non semplicemente carina) tende a non sforzarsi troppo per crescere anche intellettualmente e moralmente. L'ho visto troppe volte (e ho qualche anno più di te).

P.S. Buon lavoro e regalaci un servizio fotografico da favola.