lunedì 27 dicembre 2010

Viaggio all'orizzonte

Due giorni di estrema pigrizia non ritemprano le forze ma fiaccano il fisico, almeno nel mio caso.
Ma la mente è più che mai in agitazione: non riesco a vivere senza progettare e quando progetto non posso fare a meno di leggere e quando leggo non posso fare a meno di scrivere e quando scrivo non posso fare a meno di sognare... ergo, ho un gran mal di testa.
Ma sto bene, anche se vorrei fare le valigie e sparire per un po' e chissà che nel nuovo anno non lo faccia davvero.
Intanto preparo il terreno...

10 commenti:

Occhi di Notte ha detto...

Come ti capisco....

Sonia Ognibene ha detto...

Siamo un po' due gemelle separate alla nascita noi due...

TuristadiMestiere ha detto...

anche io sono iperattiva e spesso mi capita di sognare il divano, una copertina a scacchi e una tisana. Poi, quando sono sul divano, con la copertina a scacchi e la tisana, smanio dalla voglia di fare qualcosa...incontentabile!!!

Sonia Ognibene ha detto...

Ah-ah-ah... ma lo sai che dici proprio una cosa vera? Capita sempre anche a me! :-D
Ciao cara!

Miriam ha detto...

Fai bene a preparare il terreno per....ma vuoi fare un viaggio o una fuga?
Scusa la provocazione affettuosa....
comunque sia, spero che possa realizzare quello che senti nel cuore!!!
Ti abbraccio forte forte,
Dolce notte!

Sonia Ognibene ha detto...

La seconda che hai detto, Miriam: una fuga!
Ma siccome ne sono impossibilitata al momento, penso che dovrò optare per un viaggio (ma devo per l'appunto preparare il terreno...).
Dolcissima notte a te, amica sempre presente.

Simo ha detto...

Niente di più bello, vero e interessante di quello che hai scritto....anche a me capita di sognare e viaggiare nella mia mente....buon viaggio ma prima di partire rendici partecipi della tua meta
Un bacio e buon anno

Sonia Ognibene ha detto...

Certo, Simo, vi renderò partecipi del mio viaggio, ma purtoppo non è per adesso!
Se tu puoi, sogna e viaggia!
Un bacio anche a te e buon anno!

Chiara ha detto...

Anche a me piace progettare! Progetto però le piccole cose, le giornate, le cose da fare.

Non faccio quasi mai enormi progetti: temo di non riuscire a portarli a termine e quindi di deludere me stessa...

Cerco comunque di non fare diventare questa mia necessità di progettare come un'ossessione o una fonte di ansia (che poi è strano che il progettare una cosa possa portare ad uno stato di ansia, dovrebbe al contrario, eliminarla!).

Quando poi vanno male i miei progetti mi innervosisco un pochetto... :(

Anche io sto progettando una sorta di fuga verso però la mia casetta universitaria: niente di esaltante (e magari quando devo partire mi dispiace pure...)

Sonia Ognibene ha detto...

Ciao Chiara! No, a me i progetti non stressano, anzi , mi danno quella carica giusta per affrontare meglio le giornate! Non mi piace programmare troppo, ma adoro lavorare alla realizzazione di sogni, questo sì!
Rifugiarsi da qualche parte fa sempre bene, peccato che non per tutti sia possibile!
Baci!