martedì 6 dicembre 2011

Sssssst... basta parole

Sarà la foschia che incombe sulla brughiera, saranno i vetri cosparsi di gocce e vapore, sarà il suolo viscido di fango e foglie, ma la malinconia mi è saltata addosso come un abito troppo ingombrante. Ho sbocconcellato un po’ di pane e formaggio e mi sono scaldata al fuoco della stufa. Non ho voglia di tornare fuori, a dispensare formalità e conversazioni coatte. Ma devo farlo.
Devo, devo, devo.
Tutti noi dobbiamo sempre far qualcosa e ciò che vorrei davvero è solo il calore di un abbraccio autentico. Sono stanca anche di parole. Il silenzio, a volte, è dialogo profondo, melodia rigeneratrice.

Allora… silenzio. Vi sto abbracciando.

28 commenti:

Andrea ha detto...

In un post recente ho scritto ... hai propri figli non si dovrebbe mai insegnare il senso del dovere ... ci sono dei giorni in cui il proprio dovere proprio non lo si può fare.
Perciò concediti un momento di chiusura in te stessa.
Le persone autentiche meritano solo abbracci autentici. Se al momento non ne trovi regalati il tuo abbraccio e stringiti forte ... non è la stessa cosa ... ma amare se stessi è importante.
Scusami infine se non ho rispettato il tuo desiderio di silenzio ... non sarei stato autentico.
Buona notte
Andrea

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Sonia, a volte il silenzio porta sussurri che donano piacevoli emozioni.....Ti lascio L'INVITO per il VALZER DELLE FESTE.....spero accetterai
Buona giornata!

Luigi ha detto...

un abbraccio forte forte allora: di quelli che guariscono molti mali!!!

stefania raggio di sole ha detto...

Carissima Sonia, il tuo sentire mi è molto vicino, un abbraccio in silenzio.. cullate-i dalle parole portate dal vento ed il calore di un raggio di sole, sereno Avvento.

antonietta ha detto...

ssssssssssssshhhhhhhhh...
anch'io zitta zitta ti abbraccio!

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Andrea, sì, amare se stessi è fondamentale, direi, perciò accetto il tuo consiglio. Ma credo che il senso del dovere vada insegnato ai nostri figli, altrimenti firmeremmo la nostra e la loro condanna a morte: crescere nella convinzione che occorra considerare sempre e solo il proprio soddisfacimento personale fa crescere egoisti e smidollati. E per la società attuale è proprio ciò che non mi auguro più per il futuro. Il segreto, però, è di non lasciarsi prendere troppo la mano e sentirsi sempre in dovere verso tutto e tutti.
Sono felice che tu abbia rotto il silenzio lasciando il tuo pensiero.
A presto.

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Simo, grazie per l'invito, ora vado a vedere di cosa si tratta. Se posso, accetterò volentieri; se la piattaforma mi permetterà di lasciare commenti lo farò senz'altro.
Il silenzio è magico.
Un abbraccio.

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Luigi, grazie per il tuo abbraccio: libera davvero da tutti i mali!

Sonia Ognibene ha detto...

Cara, cara Stefania, sereno Avvento anche a te. Spero che un raggio di sole scenda sulla tua famiglia portandoti quella serenità mancata negli ultimi giorni.
Un abbraccio immenso.

Sonia Ognibene ha detto...

Antoniettaaa, e io me lo prendo al volo il tuo abbraccio, nel silenzio e nel rumore.
Buona Festa dell'Immacolata, mia cara!

Maraptica ha detto...

Adoro il silenzio delle azioni che non richiedono parole. Mi fanno sentire che sto vivendo.

Sonia Ognibene ha detto...

Già, cara Maraptica, ed è meglio agire nel silenzio che parlare senza agire.
Buona giornata.

Elio ha detto...

Ciao Sonia, un consiglio da amico. Mettiti qualche vestito ben caldo, esci dalla locanda e vai nella brughiera. Cammina per qualche oretta e torna indietro. Sulla porta troverai un mio informatico ed amichevole abbraccio. Buona serata.

Miriam ha detto...

Abbracci in vista? Eccomiiii!!!!Anch'io come te a volte amo il silenzio per far rifiorire i pensieri del cuore!
Bacioni!

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie per il consiglio, Elio caro! E grazie per l'abbraccio, ora sto meglio!

Sonia Ognibene ha detto...

Miriam, da quanto tempo! Come stai, carissima? A quanto pare abbiamo avuto entrambe bisogno di silenzio!
Un abbraccio silenzioso a te per far rifiorire pensieri ed emozioni!

happy runner ha detto...

Perché ancora non sai quanto sia bello correre nella foschia della brughiera, la brina che scricchiola sotto i piedi, il velo di nebbia che carezza il viso.
Dopo, il calore della stufa sembra un autentico abbraccio.
Anche pane e formaggio ( non mi tiro indietro come ben sai )
Scuoti la malinconia come si fa con l'ombrello zuppo di pioggia, ci vediamo dalla Signora Smith.
Hai il DOVERE di aiutarci a preparare la marmellata di rosa canina.
Un abbraccio di corsaaaaa :)

Sonia Ognibene ha detto...

Carissimo Happy Runner, malinconia scossa ed emicrania spaventosa sepolta in un cassonetto dell'umido (spero non ne esca fuori per farmi di nuovo compagnia).
Vada per la marmellata, tu intanto prepara l'occorrente dalla signora Smith, intanto di corsa mi prendo il tuo abbraccio!
;-)

Danilo ha detto...

È sempre bello attraversare la brughiera per giungere alla tua locanda. Un abbraccio
Danilo

cosimo ha detto...

Il silenzio è vita nuova.

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie Danilo, ed è sempre fonte di gioia il tuo arrivo qui. Mi prendo il tuo abbraccio.

Sonia Ognibene ha detto...

Sì, caro Cosimo, togliersi via dal frastuono ci regala un'esistenza nuova, un'esistenza vera.
Un abbraccio.

dandelion67 ha detto...

se chi Ti siede accanto Ti conosce veramente, non userà parole, ma nel silenzio suo saprà ascoltare l'Anima Tua...un abbraccio, a volte dona più di mille parole...
la gestualità...il mezzo più diretto per comunicare Emozioni...
un abbraccio Ti giunga...
sereno divenire Sonia..
dandelìon

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Dandelìon, infatti in questo periodo preferisco gli abbracci alle parole, ma pochi sono avvezzi a dispensarne di sinceri.
Il tuo abbraccio mi è giunto, però, e mi ha fatto star bene.
Grazie infinite...

Luigi ha detto...

carissima Sonia,
passavo solo per un saluto e un abbraccio

p.s. hai proprio ragione: sono troppe le cose che dobbiamo fare solo per dovere...

Sonia Ognibene ha detto...

Carissimo Luigi ti ringrazio del passaggio, anche se è strano leggerti in un post del 6 dicembre! Un abbraccio... detto fra noi, mi sono un po' stancata del dovere.

Manuel Durante ha detto...

Complimenti.

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie, Manuel, e benvenuto in locanda!