mercoledì 15 maggio 2013

Serpente o uccello?


E' consolatorio pensare che "panta rei", ma non i legami autentici. Questi restano, navigando tranquilli nella corrente che porta verso il mare aperto. Ma quanti legami autentici si instaurano durante la vita? Pochi, pochissimi. Tutti, infatti, parlano di falsità.

Ma se ci riflettete un po' su, proprio per questo motivo, ciascuno di noi è per forza di cose falso per qualcun altro. Sorpresa!... Riusciamo a vedere il male e la menzogna solo negli altri e mai in noi, ed ecco che la colpa per un rapporto (familiare, amicale, amoroso, lavorativo) andato in malora non ci appartiene mai.
Ma perché si finge di rispettare qualcuno di cui si sparla allegramente? E' tipico della natura umana? E' un malcostume? Un modo per conquistare la fiducia di un individuo per poi calpestarne la dignità? 
Ma non sarebbe più produttivo essere sinceri? 
Togliersi la pelle da serpente significherebbe non strisciare più, smettere di nutrirsi di polvere,
equivarrebbe ad assumere prima la posizione eretta dell'uomo e poi a librarsi in volo al pari degli uccelli.
Buona metamorfosi.

6 commenti:

Elio ha detto...

Ho sempre chiesto ai miei amici ed alle mie conoscenze di dirmi in faccia quello che pensano, ma non so se l'abbiano capito. Un amichevole abbraccio.

Sonia Ognibene ha detto...

Anch'io ogni tanto glielo ricordo...
ricambio l'abbraccio, carissimo Elio.

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Dire in faccia quel che pensi per alcune persone è molto difficile, per altre è spontaneo e normale anche se poi si passa per "esseri cattivi"
Un saluto Sonia!

nella ha detto...

Ahhhh Soniuccia cara , che tasto dolente...
Quante volte instauro questo discorso, ma sembra che nessuno abbia voglia di cambiar pelle..
Meglio la falsità alla verità , paga meno....
Un abbraccione speciale!

Luigi ha detto...

io ho fatto il proposito di non dire più bugie, neanche in cose piccole e di poca importanza e mi sono accorto che è veramente durissimo perseverare.
Penso che valga la pena però continuare!!!
Un bacione

Sonia Ognibene ha detto...

Simo, se proprio non si riesce a dire in faccia ciò che pensiamo o crediamo di sapere (CON GARBO), credo che almeno si dovrebbe tacere con gli altri. Silenzio per silenzio. Ciao cara!

Nella cara, io cercherò sempre di essere sincera con tutti, fallo anche tu. Alla lunga paga.

Bravo, Luigi, persevera! Ricambio il bacio!