martedì 1 ottobre 2013

Felicemente felice


Vi annuncio che la vostra locandiera,
 in questo preciso istante,
propende decisamente per la faccina alla vostra sinistra.
Quella ammaccata alla vostra destra 
l'ho mandata a farsi un giro.
Già, perché oggi è stata una giornata dura 
ma ne raccolgo i sudati frutti.
E poi, semplicemente,
mi sento bene!
Ohhh, e che diamine!
Quasi quasi mi preparo dei brownies...

16 commenti:

Brunella Patrone ha detto...

Sono contenta, contentissima per te Sonia , e spero che duri un bel po', ciao Brunella

Iride ha detto...

E meno male! Vuol dire che la felicità non è poi quest'unicorno che si tende a credere!

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie, cara Brunella! Lo spero tanto anch'io! E tu, di che umore sei? :-D

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Iride, diciamo che la felicità, cioè quella strana sensazione che ti fa formicolare di energia e soddisfazione, è il risultato di... una qualche sofferenza. Quindi, occorre un po' soffrire per acciuffarla.
Baci

Brunella Patrone ha detto...

Cara Sonia, io invece sono molto arrabbiata, per alcune faccende che sarebbero troppo lunghe da spiegare qua, ma riguardano le prevaricazioni (constatate da me, non raccontate da altri, ) da parte delle inservienti verso anziani ospedalizzati. Mi sono sentita dire che non sono missionarie, e quindi per dirne una se tu le chiami quando manca un quarto d'ora alla fine del loro turno, ti rispondono che da te verrà il personale del turno successivo. Il turno successivo dopo aver timbrato, si cambia, beve il caffè, prende le consegne ecc. e poi se tu risuoni il campanello viene a chiederti cosa vuoi.Io provo rabbia verso queste persone molto false che ti dicono "amore", "tesoro", e non hanno il minimo riguardo, verso chi ha bisogno.Sono persone che dovrebbero solo ringraziare il cielo perché hanno un lavoro che tutti noi compresi gli anziani, contribuiscono a stipendiare, e pertanto comportarsi da lavoratori onesti, non da missionari. Scusa lo sfogo, baci Brunella

Iride ha detto...

You can't have a rainbow without a little rain ;)

Sonia Ognibene ha detto...

Ci credo che sei indignata. Lo sarei anch'io. Neanch'io potrei tollerare tali comportamenti. Occorre farlo presente innanzitutto a loro (affinché si diano una regolata) e poi alle persone competenti (se proprio ignorano gli avvisi o le minacce). Purtroppo tutti i lavori che hanno a che fare con l'assistenza dovrebbero essere svolti solo da persone fortemente motivate, non da chi, non sapendo cosa fare e vedendo che questo settore è in forte crescita, decide di buttarcisi. Ci vorrebbero persone di buona volontà che siano un esempio d'amore per tutti, soprattutto per i più deboli. Ciao, cara Brunella.

Sonia Ognibene ha detto...

Quite so, Iride!

happy runner ha detto...

La felicità non si può nascondere e viene sempre a galla.
La tua è partita dai piedi per scalare le ginocchia.
Però non fare che al prossimo post ci ritroviamo una emoticon dove solitamente compare il sorriso originale.
Va bene quello, non sforzarti oltre.

Happy ciao Sonia :)

Sonia Ognibene ha detto...

Vuoi dire che sarebbe meglio mettere il mio sorriso in futuro?
Dipende, dipende dai momenti... magari non considererò l'emoticon e mi sbizzarrirò con immagini felici.
Ciao HAPPY!!!! :-DDD

happy runner ha detto...

Eh sì, quello intendevo.
Che il sorriso di oggi è già un magnifico e rallegrante presente.
Se in te la vena artistica pulsa incontrollabile, gli emoticon possono diventare una collana da portare al collo.
Sempre appetibile farsi un giro con te sul tappeto volante, Sonia, almeno quanto un vassoio di scones farciti con la memorabile marmellata di ribes della Signora Smith.

Happy ti sorride così :))))

Sonia Ognibene ha detto...

Leggere di scones con marmellata di ribes adesso mi riporta il sorriso... benché oggi c'è poco da star felici guardando quello che accade. Anyway, thanks happy Happy Runner :-D

Carolina Duepuntozero ha detto...

Contenta per te!

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie infinite, Carolina! :-D

Elio ha detto...

Ciao, preparati tutto quello che vuoi, l'importante è che sulle tue labbra ci sia il sorriso di sinistra. Salgo sopra.

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie, Elio caro! Fosse per me cercherei sempre di sorridere e ridere! ;-)