mercoledì 11 gennaio 2017

Ciao Lucilla


Questo scrivevo anni fa parlando di te, Lucilla mia. Questo scrivevo comprendendo la reale bellezza della tua anima. Grazie per la tua luce. Di te mi resta la tua vita tradotta in aneddoti toccanti, pieni di grazia, purezza ne La figlia del sarto.

Chi tra i miei avventori avrà voglia di conoscerti, potrà rileggere 3 miei post di sette e quattro anni fa. A quei tempi il male e la morte sembravano davvero molto lontani e tu eri solo illuminazione e sostegno.
Ciao, amica cara. Prega per me da lassù e sorridi, sorridi sempre. Non ti dimenticherò mai.


12 commenti:

Luigi ha detto...

forse ancor di più adesso, cara Sonia, sarà il mondo a venirla a cercare, sin sopra le nuvole...
Un abbraccio

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie, Luigi caro.

Irene Francis ha detto...

Ciao Sonia,
dopo anni dalla chiusura di Cipria e Merletti torno con un nuovo blog, in parte simile nell'intento ma completamente rinnovato.
Spero verrai a dare un'occhiata nelle prossime settimane!
Irene del blog "Leafing Life"

Sonia Ognibene ha detto...

Ok, verrò a visitarti presto, cara Irene.

Daniel ha detto...

Cara Sonia,
mi dispiace per questa perdita, sicuramente lascia un seme che è germogliato negli anni dentro di te e probabilmente dentro molti altri.
Spero che le scosse di questi giorni siano sopportabili dalle tue parti
ti abbraccio
Daniel

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Daniel, lei resterà per sempre nella mia anima. Sì, le scosse sono sopportabili, nel senso che non hanno fatto ulteriori gravi danni, ma non che i miei nervi le sopportino. Anzi. In più la neve ha complicato tutto a dismisura. Speriamo in meglio. Già la notizia delle persone salvate dall'albergo sommerso dalla valanga mi fa stare decisamente meglio. Un abbraccio, Daniel caro.

Daniel ha detto...

Coraggio cara. Passerà anche questo periodo feroce.
ti abbraccio

Sonia Ognibene ha detto...

Baci!

Elio ha detto...

Comprendo il tuo enorme dolore che ho provato anch'io nel passato quando un mio amico è caduto dalla ferrata del Civetta. Da quel momento non sono più riuscito a cantare "Signore delle cime". Continua a conservare il ricordo della tua amica ma cerca anche di calmare il tuo cuore. Un amichevole abbraccio.

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Elio, lei è stato un grande esempio per me e la sua scomparsa mi ha dato una immensa forza per raggiungere ciò che desidero davvero. Grazie per la tua vicinanza.

Daniel ha detto...

Ehi, come stai?
Non ti si legge da parecchio..
Un abbraccio e buon inizio di primavera

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie Daniel, sto bene, ma sto facendo davvero molte cose in questo periodo e tornerò a breve! Ti abbraccio e ... grazie per avermi pensata. Anch'io ho sempre voi nel cuore.