giovedì 17 giugno 2010

Personaggi in cerca... d'autrice

Oggi tra lavoro, corrispondenza e messaggi via web mi sono anche dedicata alle grandi pulizie in locanda.
Lo so, ormai mi conosco, quando lucido vetri, elimino incrostazioni di calcare e lavo pavimenti e mattonelle, sono nell'anticamera del gran fervore creativo.
Domani, infatti, riprenderò il romanzo per bambini mollato alcuni mesi fa e gli darò una "sistemazione" definitiva.
Lo devo a me e... ai miei personaggi che mi stanno chiamando a gran voce affinché elabori per loro nuove avventure, emozioni, insuccessi e vittorie.
Già, perché come accade a noi del mondo reale, anche i personaggi di un romanzo non amano ammuffire tra i ricordi, senza speranza di un futuro, qualunque esso sia.
Perciò, sto tornando ragazzi miei! E all'ultima stesura sarete così poco virtuali che sarete in grado perfino di degustare del sublime tè verde in mia compagnia.

;-)

10 commenti:

happy runner ha detto...

“ Sig. S, una notizia terribile! “
“ Che cosa è successo happy runner? “
“ Che nell’ orto abbiamo messo giù agli e cipolle e Sonia s’è messa ad offrire tè verde a tutti, personaggi virtuali compresi “.
“ Lasci fare happy runner, gli eroi di Sonia hanno sempre volti umani e dopo che lei avrà imbastito per loro nuove avventure, emozioni, insuccessi e vittorie, quelli assaggeranno sì il tè, ma chiederanno a gran voce aglio olio e peperoncino “.

Me lo sai spiegare, Sonia,
perché vengo sempre a far danni materiali e immateriali alla cosa bella che sono i tuoi post?
Un abbraccio
E buon we :-)

Sonia Ognibene ha detto...

Perché ti piace "giocare"... vivaddio!
;-D

Daniel ha detto...

Ma sai che capita lo stesso anche a me...! Pensavo fosse un caso, una particolarità un po' banale, ma anche io quando mi metto a pulire e spolverare... finisco per scrivere! Buon lavoro sul romanzo. Se il clima da te è come qui - piovoso - conciglia la scrittura.
bacio
D

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Daniel, qui il tempo è altalenante: sole, pioggia, vento, nuvole, ancora sole e pioggia...
Grazie per il buon lavoro, spero mi porti bene!
:-D

Lä Nìñä ha detto...

Mi fà strano un tuo commento sul mio blog ma cmq grazie mi piace ascoltare ogni opinione. Non conosco la tua storia, conosco solo la mia e tt il dolore ke hai sentito è ql con cui h scritto ql pezzo. E' la mia piccola galera, cimentata nella mia mente e rappresentata dal mio corpo informe ke distruggo e ricerco e non ritrovo
Grazie di cuore del commento. hai un blog stupendo

Sonia Ognibene ha detto...

Non deve sembrarti strano, La Nina, mi piace scoprire nella rete voci, vissuti diversi, perché amo l'umanità e amo scoprirla dal suo interno, non dalle apparenze, come spesso accade per strada, nel lavoro, ad una festa...
E quando sento una voce che trasuda dolore come la tua, non posso che star male e sentire un desiderio irrefranabile di scacciare quel dolore da te e da chiunque ne è sopraffatto.
Grazie per il complimento al blog. Scrivimi se vuoi, e se vorrai che io non pubblichi il commento lo terrò solo per me.
Abbraccio quel tuo corpo che tu cerchi di distruggere.

Lucignolo ha detto...

Ciao Sonia,

pensavo leggendoti,
"come il mondo reale",
proiettati sul futuro,
trascuriamo il presente...

Posponiamo in attesa del giusto equilibrio supponendo l'esistenza di combinazioni temporali favorevoli,
ma quelle stesse combinazioni sono sempre create da noi, che viviamo un solo tempo, quello presente, l'unico in cui possiamo determinare qualcosa.

Il resto è sogno, visione, auspicio... certo come potremmo vivere senza !

Sonia Ognibene ha detto...

Ciao Lucignolo, benvenuto. Per molti anni non ho vissuto di slancio il presente, ma subendolo.
Ora lo vivo pienamente e con la consapevolezza che, è vero, non c'è mai fine al peggio, ma per quanto mi è possibile, voglio fare in modo che la mia vita e quella degli altri accanto a me non sia così ingiusta e dolorosa.
I sogni? Indispensabili per porci degli obiettivi e realizzarli.
Alcuni di essi, per quanto mi riguarda, si sono avverati (dopo averci lavorato molto).
Grazie per il commento!
A presto.

happy runner ha detto...

e come hai fatto ad impadronirti del mio codice genetico, Wonder Woman?
:-D

Sonia Ognibene ha detto...

Te l'ho detto: sono una ma-gaaa!
;-D