domenica 15 luglio 2018

Un altro libro: La prossima vittima /Another book: La prossima vittima

Eh sì, è bello annunciarvelo, perché ogni volta è una gran soddisfazione: ho partorito il mio ultimo libro, un'altra storia per studenti stranieri che vogliono imparare l'italiano, ma anche per italiani che vogliono semplicemente passare delle ore in compagnia di un mistero da risolvere. In attesa della versione cartacea (manca pochissimo), vi faccio presente che per questa settimana l'ebook costerà solo 99 centesimi
Cliccate qui per ordinarlo su amazon  😃

 Cliccate qui per ordinarlo su amazon

La vita noiosa di Sofia viene sconvolta improvvisamente dal ritrovamento di una chiavetta USB sull'autobus che la porta a casa. Chi è il proprietario della chiavetta USB e cosa nasconde? Riuscirà Sofia ad uscire dall'incubo in cui è finita?

venerdì 29 giugno 2018

New York, un'altra tappa del divenire


E potrei continuare all'infinito, 
ma New York è il mondo: 
cruda e splendida, generosa ed egoista.
Spietata, nel bene e nel male,
ti rovista nelle membra e nei pensieri.
Mi ha condotta lontano 
e al centro più profondo di me.
Dovrò tornarci.
E con maggiore consapevolezza.







lunedì 7 maggio 2018

La lumachina ha messo le ali

Tutto sta andando molto velocemente, per me che sono sempre stata una lumachina, come mi definivo alcuni anni fa. E mi sento sempre più distante dalle cose, da cui in verità avevo già un certo distacco. Ho capito da un po' dove voglio andare e cosa voglio fare, quindi da circa un anno e mezzo ho intrapreso con determinazione e consapevolezza la mia strada. Insomma, non scherzo più. Non ho più forza, voglia e stupidità per starmene ferma a guardare che il mondo vada via senza di me. 
No, non mi farò più sfuggire ogni cosa pensando che non possa raggiungerlo, che mi sia precluso tutto. Proprio no!
Allora partirò presto, non per molto, ma tanto quanto basta per appagare occhi e cuore.
Ma prima porterò a termine il libro a cui sto lavorando. La prima stesura, chiaramente. Oggi ho un capitolo da completare e non c'è nulla che me lo impedirà.
Voi, comunque, siete sempre qui perché la locanda è il luogo dell'anima e io vi porto ogni istante con me.
Un giorno, amici miei, questo luogo diventerà reale.

sabato 21 aprile 2018

Sul dolore... about pain


Durante la settimana
l'umore cupo
ha dato vita a queste elucubrazioni
Se avete voglia di leggerle, fate pure.
Odio questo mood,
ma devo accettarlo 
perché mi appartiene.  

martedì 3 aprile 2018

Lista delle cose da fare e...


La lista delle cose da fare in aprile è pronta. Il giorno di Pasqua è rimasto volutamente vuoto... beh, almeno a Pasqua una tregua me la concedo anch'io.
Quindi ho cominciato a Pasquetta: lunghe passeggiate, pulizie e... scrittura.
E quello che avrei dovuto portare a termine in 4 giorni, l'ho portato a termine in 1! Immaginate lo stupore e la gioia. La mia, naturalmente.
Ora devo far fruttare questi giorni, perché mi serviranno come l'aria quando gli impegni in e fuori locanda ricominceranno al solito ritmo.
Bene, il sole splende, l'erba è di un verde che invoglia alla vita, BonTon scodinzola felice... quindi direi che il quadro è completo.
Se passate di qua e non ci sono, aspettate pure in veranda, perché tra le cose da fare ci sono delle lunghe passeggiate. Torno presto, eh! ;-)

sabato 31 marzo 2018

Colombe in brughiera


Pioggia battente in brughiera, ma l'erba almeno è di un verde così brillante da scaldare lo spirito! Le colombe sono pronte, non quelle vive ma al cioccolato e ai frutti di bosco, la pulizia della casa in fase di ultimazione, così come la strutturazione dei capitoli del  libro che sto scrivendo. 
Scrivere riesce sempre a portarmi a galla e a farmi superare le piccole delusioni o le ferite che il mondo inevitabilmente mi provoca. 
Avventori, mi allontanerò dalla brughiera solo per un po' ma la lascerò in buone mani: delle colombe saranno in veranda (vive e non di cioccolato) perché vi ispirino la pace e vi conducano ad essa.
Buona Pasqua a ciascuno di voi!

sabato 24 marzo 2018

Metafora della vita? A metaphor of life?


Miei cari, che il mio cane fosse una metafora della vita non l'avrei mai detto. Fino a ieri, almeno, quando giocando con lei ho capito tutto"La mia cagnolina Luna continua a portarmi il suo pollo di gomma preferito, ormai ridotto quasi a brandelli dalle sue fauci. Io, davanti alla tastiera, sono costretta a scrivere con una mano sola per accontentarla, quindi afferro ciò che resta del pollo e comincio a tirare. Più tiro io, più tira lei. Poi lancio il pollo e andiamo avanti così...". Il resto della storia potete leggerla cliccando QUI.
Che questa giornata vi veda sereni... il sole in brughiera c'è e non è poco di questi tempi.

martedì 6 marzo 2018

Sulla mia incapacità di smettere di scrivere



Sì, non ci riesco. Qui su Medium lo racconto in inglese e in italiano. 
Come sempre, se lo trovate interessante, cliccate sul disegno delle mani accanto all'articolo. Si può applaudire da 1 a 50 volteIo intanto continuo il mio cammino e vi aspetto in locanda per una cioccolata calda.

giovedì 1 marzo 2018

Più tempo con la nostra anima


Oggi è il 1 marzo e anche questa notte la neve ha ammantato la brughiera. Il silenzio è innaturale. Nessuna attività. Nessuna macchina. E io sento più forte il bisogno di Dio.

lunedì 26 febbraio 2018

Circondati


Ok, neve ovunque. Il bianco mi abbaglia. BonTon va in esplorazione, lascia le sue orme nella neve e ritorna dentro per stendersi davanti al camino. Io osservo questo candore e vorrei che ripulisse le anime sporche e gli orrori di questi giorni in Siria.

Prego. Sono grata per ciò che vivo e perché vivo.
Che questo lunedì vi veda sereni.

domenica 25 febbraio 2018

Come un fiocco di neve


Oltre le finestre, minuscoli fiocchi scendono senza sosta. La brughiera si sta imbiancando. Ho tutto ciò che mi occorre in locanda, perfino il mascarpone per il tiramisù. Non voglio muovermi e spero di non doverlo fare per nessuna ragione. 

Gli uccellini cercano riparo e briciole da mangiare. Una mosca volteggia intorno al tavolo e non riesco ad immaginare che lungo viaggio abbia fatto per essere qui adesso e scampare al freddo polare. La lascio volteggiare: se è riuscita a mettersi in salvo dopo tante peripezie, chi sono io per negargli la vita? 

Bene, visto che non credo che qualcuno passerà a trovarmi oggi per evitare di restare intrappolato qui o sulla strada, farò ogni cosa con calma. Per una volta lascerò che il tempo scorra senza tentare di fermarlo. 
Vi abbraccio con la stessa leggerezza di questi fiocchi candidi.

giovedì 15 febbraio 2018

Scrittori autentici cercasi


A più di qualche avventore sarà sfuggito, perciò lo pubblico QUI su Medium, in inglese e in italiano come sempre.
Che sia un fine settimana ricco di letture ed emozioni per tutti. 

martedì 13 febbraio 2018

Il mondo in cui vivo /The world I live in


Non riesco a fermarmi. Scrivo, scrivo continuamente, in qualunque momento della giornata, quando ho tempo a disposizione e tra un impegno e l'altro. E se non posso, ci penso e prendo nota. Ecco QUI un altro articolo (inglese/italiano) pubblicato su Medium. Buona giornata, avventori.

lunedì 12 febbraio 2018

E' un buon giorno per scrivere



Cari avventori, dalla mia locanda battuta dal vento e da nuvole incombenti vi segnalo il mio ultimo articolo sul portale MEDIUM. Lo troverete scritto in due lingue, prima in inglese e poi in italiano. Se vi piace, cliccate sul disegno delle mani accanto all'articolo. Si può cliccare da 1 a 50 volte a seconda del vostro indice di gradimento. Ecco QUI il link. Che sia un buon giorno per tutti voi!

sabato 10 febbraio 2018

Lo sterco non ha colore


Avrei voluto parlare prima degli ultimi eventi di Macerata e provincia: dell'orrore di un omicidio efferato e del razzismo armato, criminale e imbecille che ci ha avvolti nelle ultime due settimane, ma ero stanca di parlare di escrementi, di qualunque colore. Perché lo schifo non ha colore, non ha nazionalità, non ha appartenenze religiose o orientamento sessuale. 

Lo schifo, il male, l'orrore -così come il bene e l'amore- non appartengono ad etnie ma ad individui SINGOLI che volontariamente SCELGONO di volta in volta il male o il bene. 

Ora però ho deciso di farlo. Ora che la grande manifestazione a Macerata si è svolta in modo pacifico e non violento. 
Un segnale forte, positivo contro ogni fascismo insensato: perché siamo tutti uguali. 
TUTTI.

domenica 28 gennaio 2018

SARAI MIO è in versione cartacea!


La versione cartacea di SARAI MIO è su amazon da quasi due settimane e ne sono felicissima. Se volete, potete trovarla cliccando qui 


Great satisfaction ;-)

giovedì 18 gennaio 2018

L'italiano può essere facile! Italian can be easy!


Siamo arrivati a quasi 200 visite da diverse parti del mondo e i post di grammatica italiana (con qualche buona dritta sulla lingua inglese) aumentano giorno dopo giorno sul mio nuovo blog LEARN ITALIAN WITH SONIA!

Venite a trovarmi e, se conoscete qualche straniero desideroso di imparare la nostra meravigliosa lingua, consigliateglielo!
La locanda è ancora più bella se posso aiutare altri avventori che parlano lingue diverse dalla mia.