mercoledì 20 luglio 2011

Vento e sceneggiature

Il vento ha soffiato tutta la notte. Per fortuna, dopo aver pulito la piscina gonfiabile, per evitare che volasse via in assenza di acqua avevo messo al suo interno quattro grosse pietre! Anche la copertura superiore ha resistito. Gli alberi e i cespugli intorno, però, continuano a ondeggiare e i vetri delle finestre a vibrare e a sbattere senza sosta. BonTon sembra spaventato: cerca riparo sotto il bancone e quando mi sposto da una stanza all'altra mi scorta cercando coccole e carezze con il musetto.
Io devo sistemare e formattare una sceneggiatura cinematografica non mia, ciò mi obbliga a stare in locanda... ma non mi dispiace: l'aria è fresca e il sole splende comunque nella brughiera.
Vado... dunque dov'ero rimasta... SCENA 19. EST. NOTTE. IN RIVA AL LAGO...

10 commenti:

Strega Bugiarda ha detto...

Buon giorno cara Sonia, anche qui tira vento ed il sole è velato, ti invio un sorriso mentre mi incammino verso la battigia per godermi un mare possente e selvaggio.
Buon lavoro ti abbraccio forte forte

Sonia Ognibene ha detto...

Grazie Gingi, il mio spirito è su quella battigia con te!!!

Adriano Maini ha detto...

Mi sa, però, che domani sia bonaccia ...

Sonia Ognibene ha detto...

Meglio così... in tal caso riempirò la piscina!
Buona serata, Adriano!

happy runner ha detto...

alberi chE ondeggiano, ceSpugli che roTolAno, veTri dellE finestre che sbattono.

BonTon sotto il bancone, impaurito come non l’avevo mai visto.
Cala una notte piena di mistero sulla scena 19 in riva al lago e dalle acque si alza il velo di una nebbia che non aiuta a capire.
Figure in lento movimento, nell’oscurità hanno lo spessore delle loro ombre.
Respiro affannoso di vecchio, latrato di cani, risata di amanti.
Dove siamo, dove ci hai condotti per mano a bagnare le punte dei piedi?
Ehi Sonia, mica ci vorrai lasciare così, all’umido?

Fatto il compito, ti abbraccio insieme al vagheggiato vassoio di scones.
Con un dubbio.
Se la locanda è virtuale, lo sono anche gli scones?
:))

Sonia Ognibene ha detto...

Caro Happy Runner, il sole è tornato a splendere, perciò all'umido non potrei lasciarti neanche se volessi ;-D
La locanda è virtuale ma gli scones sono reali, gelati compresi!
Ti abbraccio anch'io e grazie per lo stralcio di racconto venuto fuori solo leggendo la "scene heading"! Sei sicuro di non voler fare lo scrittore?
Radiosa giornata!!!

Chiara ha detto...

Anche qui un vento terribile, fortuna che adesso è diminuito!

Sonia Ognibene ha detto...

Anche qui ha trovato la pace... solo un dolce zefiro.
Buona giornata, Chiara!

happy runner ha detto...

Grazie per la stima nei miei confronti Sonia, ma il tuo amico, che spesso chiami Forrest Gump, dovresti sapere che non smetterà di correre prima di aver pronunciato la battuta:
“ Sono un po’ stanchino. Credo che tornerò a casa ora “.
Per dedicarsi alla pesca dei gamberi, of course.

Buon we in ammollo cara, con zattera di gelato galleggiante, scrittura a quattro mani e braccioli.

Sonia Ognibene ha detto...

Allora ti lascio alla corsa e io mi dedicherò alla cena BIO... tanto per non sentirmi in colpa per via dei tanti gelati...
Buon week end, caro Happy Runner, che il vento sia con te!