martedì 12 ottobre 2010

Poe, tra zucche e dolcetti

In locanda mi sto preparando per Halloween.
Le zucche sono già pronte per essere intagliate -con buona pace dei miei polsi malandati- e le decorazioni con fantasmini e dolcetti in tema sono in fase di organizzazione.
Sì, lo so che questa festa non fa parte della nostra tradizione, ma a me il "mistero" è sempre piaciuto e per me è solo uno dei tanti modi per passare una serata insolita e tutta anglosassone.
Satolli e appagati, finiremo la serata davanti al camino leggendo alcuni racconti di Edgar Allan Poe e chi vorrà cimentarsi in qualche storia da brivido, sarà il benvenuto!
Tanto poi ai fantasmi... non ci crede nessuno.

10 commenti:

viaggiareconibambini ha detto...

Io invece sono ancora in alto mare sebbene abbiamo pubblicato molti articoli su dove andare ad Halloween non abbiamo ancora deciso ,complimenti per il blog ,un saluto Chiara

Sonia Ognibene ha detto...

Ciao Chiara sono sicura che alla fine sceglierai una meta eccezionale!
Grazie per i complimenti.
Un abbraccio

Carmine ha detto...

Ciao,
mi sa che anche io devo cominciare a tirar fuori gli addobbi di Halloween, ad intagliare zucche, e a convincere qualche anima pia a preparare qualche gustoso dolcetto.
Magari farò un giro nella tua locanda la notte del 31, sembra essere un posto piacevole!
Un saluto.
Carmine

Sonia Ognibene ha detto...

Ciao Carmine
quando vuoi, puoi trascorrere delle ore piacevoli qui in locanda: un luogo virtuale dove la gentilezza, il rispetto e l'intelligente sentire è sempre di casa!

Dama Nera ha detto...

Anch'io adoro l'aria di magia e mistero che si respira ad Halloween/Samhain!
Io penso che farò una torta di zucca e formaggio e andrò al Capodanno Celtico a Milano!

Buon weekend! :o)

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Dama Nera, c'è un Capodanno Celtico a Milano?
Non lo sapevo... confinata come sono in brughiera non c'è poi da meravigliarsi!
Non ho mai fatto una torta di zucca, mi sa che devo provarci:
mi dai la ricetta?
Un abbraccio

Sesè ha detto...

Ciao Sonia, stanotte mi sono unita ai tuoi lettori ma, vista l'ora tardissima, non ho lasciato neanche un commento (che maleducata sono: entro nella tua locanda senza chiedere permesso!!!).
Quindi adesso voglio rimediare dicendoti che hai un blog davvero bello, interessante, piacevole da leggere...
A me piace tutto ciò che è mistero (forse perchè sono settimina? Mah chissà...) quindi mi piace Halloween e tutte le usanze/leggende che lo riguardano.
Non penso che uscirò la sera de 31 ma, al contrario,starò in casa in attesa dei bimbi e del loro grido "Dolcetto o scherzetto?". E io... Scherzetto!!! Eheheh (scherzetto, ho la cesta dei dolci in preparazione;))
Verrò a trovarti perchè adoro le locande e la loro allure misteriosa ;)
Bisous
Sesè

Sonia Ognibene ha detto...

Mia cara Sesè, sono felicissima che ti sia unita alla mia locanda!
Mi piace tantissimo il tuo blog, è molto "femminile" (ne avevo bisogno dopo il post di ieri).
Verrò a trovarti presto anch'io! Ah... se passo nei pressi di casa tua il 31 ottobre, mi dai un dolcetto o uno scherzetto?
;-D

Della ha detto...

Ciao Sonia, grazie di essere passata a Quartello! Curiosando qua e là nella tua Locanda in mezzo alla brughiera capisco perché l'universo di Avonlea sia di tuo gusto! Ti lascio un commento a questo post perché io adoro Halloween e penso che il modo in cui intendi festeggiarlo sia davvero fantastico: buon cibo e buone letture... ah! Sono già diversi anni ormai che intaglio le zucche il 31 di Ottobre: quando intaglio il picciolo, "scoperchio" la cucurbitacea e mi arriva alle narici il profumo della succosa polpa arancione... ecco, allora sento che è davvero arrivato l'Autunno.
A presto,
Della

Sonia Ognibene ha detto...

Ciao Della, benvenuta! Vedo che abbiamo molte affinità, allora!
Ti pensero la notte di Halloween quando mangerò la torta di zucca!
Baci